Blog: http://Ilmioinfinito.ilcannocchiale.it

Il Faro



Anche oggi mi affaccio alla finestra
c'è aria secca e vento assente
e il grigio colora quest'atmosfera funesta
c'è un silenzio rotto solo da anonimi passanti

la mia voglia di libertà soffoca
nei sospiri degli innamorati mentre si guardano negli occhi
il tempo diventa un bambino che gioca
ma non so quando si stancherà

faccio fatica a respirare
i miei sentimenti chiusi in un autobus a ferragosto
a cosa servono, che ci stanno a fare?
la loro destinazione è un ripostiglio senza posto

Li capisco, anche se a volte mi tormentano,
forse io al loro posto farei lo stesso
ma l'amore come faccio a spiegarlo
non è certo qualcosa che si può meritare,
e il mio meglio non serve a niente,
io parlo, ma nessuno ha voglia di ascoltare

mi resta solo questa ridicola finestra
ed io, solo un faro,
che illumina la via a qualcuno che passa,
a volte si ferma e non vede l'ora di ripartire.

Pubblicato il 14/9/2008 alle 1.32 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web