Blog: http://Ilmioinfinito.ilcannocchiale.it

Il Treno



Viaggio a piccoli passi
su un treno senza conducente,
a vuoto, senza meta
mi perdo tra la gente,
ho dovuto obliterare anche i miei sogni
ora vengono trafitti perfino dal vento,
porto un bagaglio gonfio di emozioni
che qualcuno gentilmente mi aiuta a riporlo lì in alto
è troppo ingombrante, da tenere qui a portata di mano
c'è chi potrebbe rimanere intrappolato in questa cabina
da solo insieme a me, e mancare la propria fermata,
mi lascio dondolare dal rumore delle rotaie
lui scandisce il tempo, ogni giorno,
sono quasi assuefatto da questa ninna nanna
che manda i miei battiti al rallentatore
che paralizza per metà il mio cuore
mi chiedo fin dove potrò arrivare
se troverò la fermata giusta
se gli altri guardaranno solo quello che ho in tasca,
lì dove il mio essere non c'è.

Pubblicato il 3/12/2008 alle 20.2 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web